Sabato Mag 27

Segnalati da noi

Chi e' online

 39 visitatori online

Login Form

Visite al sito

Hits visite contenuto : 2390653

Login

sondaggio

Quale pensi sia la funzione principale di un'istituzione culturale (biblioteche, musei, archivi etc.)?







Risultati

Paolo Rossi rilegge "Mistero Buffo" di Dario Fo

Ultimo aggiornamento (Lunedì 12 Dicembre 2011 13:59) Scritto da Simona Capogna,Luciana Lavermicocca, Federica Prudentino Venerdì 09 Dicembre 2011 19:41

 

 

Paolo Rossi rilegge il capolavoro di Dario Fo “Mistero Buffo” in chiave pop

  a Barletta, presso il Teatro Curci

 sabato 17 ore 20:45 e domenica 18 dicembre ore 17:30 /20:45

 

 

                                                

 E’ piuttosto un avventura che si allontana il più possibile dalla versione originale, diventando un contenitore dove i misteri si uniscono e si miscelano, come accade nel teatro popolare

 

 Così spiega l’autore-attore Paolo Rossi,che si esibirà presso il Teatro Curci di Barletta nella rilettura "in chiave pop" del capolavoro di Dario Fo .

Lo spettacolo, diretto da Carolina De La Calle Casanova, vedrà la partecipazione straordinaria di Lucia Vasini e la colonna sonora live interpretata da Emanuele D’Aquila.

 

 

 

Hrand Nazariantz: le tracce e il volto

Ultimo aggiornamento (Martedì 20 Dicembre 2011 17:33) Scritto da Simona Capogna,Luciana Lavermicocca, Federica Prudentino Giovedì 01 Dicembre 2011 10:39
Votazione Utente: / 1
ScarsoOttimo 

 Hrand Nazariantz: le tracce e il volto

 

Lunedì 5 dicembre 2011 - ore 16,00   

Conversano, Chiesa di San Giuseppe

Conferenza-Mostra fotografica

“Hrand Nazariantz: le tracce e il volto”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Centro Studi Hrand Nazariantz di Bari organizza la conferenza intitolata “Hrand Nazariantz: le tracce e il volto” e una mostra fotografica a cura del presidente del centro Cosma Cafueri.

 

 

 

 

 

 

All'evento prenderanno parte: 

prof.ssa Silvia Godelliassessore al Mediterraneo della Regione Puglia 

dott. Trifone Altieri – vice presidente della Provincia di Bari

avv. Giuseppe Lovascio - Sindaco di Conversano

dott. Pasquale Sibiliaassessore cultura di Conversano


interverranno:

prof. Cosma Cafueripresidente del "Centro Studi Hrand Nazariantz"

prof. Carlo Coppola - Cenni Biografici 

avv. Giulio Gigante -  Ricordando l'amico

prof. Paolo Lopane - Una lettera d'amore

prof. Diego Judice - L'Archivio Nazariantz a Conversano

dott.ssa Rosalia Chiarappa - Le versioni di Hrand

prof.ssa Isabelle Oztasciyan Bernardini d'Arnesano La causa Armena

conclude: 

dott. Robert Attarian in rappresentanza del Consiglio per la Comunità Armena di Roma 

 

 

 

Sostenuto da Regione Puglia, Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo

 

Con la collaborazione del Consiglio della Comunità Armena di Roma



 

Panaro Furioso

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 30 Novembre 2011 16:13) Scritto da Angela Panettieri Mercoledì 30 Novembre 2011 15:51
Votazione Utente: / 2
ScarsoOttimo 

 

IL PANARO FURIOSO

L’attore pugliese mette in scena il poema ariostesco

 

Il 22 novembre 2011, presso l’auditorium Vallisa di Bari, nell’ambito della rassegna “Le direzioni del racconto”, Paolo Panaro ha interpretato Orlando furioso di Ludovico Ariosto.

Lo spettacolo si è svolto alla presenza di un pubblico prevalentemente giovanile, formato da classi di diverse scuole della città, accompagnati dai rispettivi insegnanti.

L’attore ha messo in scena alcune parti del poema cavalleresco, ponendo a confronto due tipi di amore: un amore, quello di Olimpia, in partenza infelice ma che si conclude felicemente, e quello che invece inizia male e finisce ancora peggio: l’amore di Orlando per la bellissima Angelica, che lo porterà alla follia.

Un testo non proprio semplice, per l’attore, che ha dovuto mandare a memoria decine di ottave, e per gli studenti che hanno dovuto confrontarsi con una lingua non sempre del tutto accessibile. La bravura di Paolo Panaro, tuttavia, si è vista soprattutto nella sua capacità di riuscire ad incantare anche un pubblico giovanile, e a permettere di seguire senza troppa difficoltà le vicende narrate, non solo attraverso le parole di Ariosto ma anche e soprattutto attraverso il linguaggio del corpo e la sua presenza scenica.

Le rappresentazioni di “Le direzioni del racconto”, tutte tratte da grandi testi della letteratura antica e recente, e tutte messe in scena dall’instancabile Panaro, andranno avanti sino al 17 dicembre, aperte al pubblico scolastico e non.

 

Altri Articoli...

Pagina 8 di 9