Lunedì Dic 11

Segnalati da noi

Visite al sito

Hits visite contenuto : 2665831

Login

Biblioteca Nazionale di Ankara

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

 

  

INFORMAZIONI

 Anno di istituzione 1946
 Ente di appartenenza

 Ministero della Cultura

 Indirizzo Başkanlığı Bahçelievler Son Durak 06490 Ankara
 Localizzazione Ankara, Turchia
 Telefono + 90  312 212 62 00
 Fax + 90  312 223 04 51
 E-mail  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 Sito web http://www.mkutup.gov.tr
 Responsabile Tuncel Acar 
 Presidente, Dipendente dal Ministero della cultura

SEDE

 Superficie metri quadri 

39.000 mq
(sala delle esposizioni 300m2)

 Posti lettura 

3 sale lettura:
-Müjgan Cunbur :391 posti
-Adnan Ötüken: 255 posti
-sala dei periodici: 28 posti

sala conferenza:262 posti
sala meeting Yunus Emre:100 posti

 Terminali al pubblico presenti numerosi nelle diverse sale lettura

SERVIZI

 Cataloghi Disponibili 7 banche dati elettroniche suddivise per argomenti e tipologia di
 documento, consultabili on-line.
 La Biblioteca Nazionale di Ankara segue gli standard di catalogazione qualitativa
 MARC 21 and AACR 2 e le regole e principi di classificazione DOS 20

CATALOGHI COLLLETTIVI:
-Cataloghi collettivi di scritti turchi
-Cataloghi collettivi (I e II) di opere in stampa turche
CATALOGHI DEGLI SCRITTI DELLA BIBLIOTECA NAZIONALE:
-Catalogo provvisorio delle opere scritte in arabo corrente della Biblioteca Nazionale
-Catalogo degli scritti periodici arabi acquisiti dalla Bibliotreca Nazionale fino al 1957
-Pubblicazioni straniere stampate fuori dalla Turchia
-Nazım Hikmet in Turchia e nel mondo (Catalogo collettivo curato da Behire Balkan
Turco – Inglese, 2002

 SBN (Servizio Bibliotecario
  Nazionale)
 TOKAT catalogo nazionale unico ,collettivo della Turkia
 Ricerca bibliografica in linea Ricerca on-line nel catalogo della biblioteca
 Consultazione  Consentita previa registrazione presso il dipartimento di registrazione dei membri,
 aperto tutti i giorni dalle 9 alle 16.30.
 Due tipologie di Library ID CARD:
 -permanente ( ricercatori, politici, militari etc.)
 -annuale ( studenti, cittadini etc.)
 Duplicazione

 Consentita solo nel rispetto dei diritti d'autore e per scopi non commerciali,previa
compilazione di un modulo (Photocopy request form) e comunque in numero non
superiore a 6 libri per volta

 Prestiti Non consentiti, eccetto qualche rarissima eccezione (corpi del governo etc.)

ORARI

 Lunedì 9.00/22.00
 Martedì 9.00/22.00
 Mercoledì 9.00/22.00
 Giovedì 9.00/22.00
 Venerdì 9.00/22.00
 Sabato 9.30/21.00
 Domenica 9.30/21.00

ALTRI SERVIZI

  • Opere scritte in formato audio: si offre la registrazione audio dei libri, fatta da volontari, per poter essere
    “ascoltati “ dai non vedenti per cui sono a disposizione 5 cabine per l'ascolto  della lettura dei libri.
  • Per mezzo del  sito web  della biblioteca è possibile passare in rassegna bibliografica tag e articoli nel
    database.
  • Possibilità di connessione wireless tramite il proprio portatile, è garantito l'accesso dei ricercatori che
    lavorano all'estero per reperire le necessarie informazioni e documenti in conformità con la cooperazione
    tra le biblioteche.
  • E' concesso lo scambio interbibliotecario.
  • E' possibile visitare il museo dei manoscritti antichi in lingua araba
  • On line è possibile vedere la disponibilità di posti a sedere nelle sale lettura, con la possibilità di prenotarsi
    on-line e telefonicamente, per consultare il materiale della biblioteca dopo l'orario di lavoro (dopo le 17)

DESCRIZIONE DEL PATRIMONIO

La Biblioteca Nazionale di Ankara possiede una raccolta di 2.560.372 opere  che comprendono libri, opuscoli,
manoscritti rari in lingua araba, quotidiani, riviste, bollettini, annuari, poster cinematografici, mappe, spartiti
musicali, audio - registrazioni (CD e nastro magnetico),dipinti, etc.
Si contano 1.120.940  libri e i periodici, composti di riviste, quotidiani, annuari e bollettini sono 1.302.528.
Il numero dei manoscritti è 26,262, mentre 85.809 è il numero del  patrimonio non librario conservato nella
biblioteca, vale a dire poster, mappe, spartiti musicali, registrazioni audio (disco e nastro), immagini, atlanti,
video, tavole, dipinti, timbri, incisioni .
E' presente anche una raccolta di marionette del teatro tradizionale turco.

INIZIATIVE CULTURALI

Nel quadro della cooperazione tra biblioteche, la Biblioteca Nazionale ha approvato programmi di scambio
culturale con diversi paesi e si tratta non di sole biblioteche,  ma anche di istituti e diverse istituzioni all'estero.
Sono in attivo anche i progetti per il trasferimento della collezione della Biblioteca Nazionale nel Sistema video
e dei manoscritti e periodici in micro-formati e in cd bibliografici di tutte le opere della collezione della Biblioteca.
Altro progetto è l'Electronic Document Management - Archivio Progetto.
Per mezzo di questo progetto, la Biblioteca Nazionale dispone di un moderno programma di archivio.
In primo luogo il software deve essere sviluppato, assicurandosi  poi che i documenti ed i dati trasferiti al computer
tramite scanner o hardware ottica siano distribuiti via e-mail.

INIZIATIVE EDITORIALI

La Biblioteca Nazionale della Turchia pubblica diverse bibliografie, alcune con frequenza periodica altre in base alle
richieste e suggerimenti :
BIBLIOGRAFIE:
-Bibliografia Nazionale Turca
-Bibliografia degli articoli nei periodici turchi
-Bibliografia degli articoli periodici repubblicani dalla fondazione della Repubblica 1923-1999

BIBLOGRAFIE DI OPERE STAMPATE IN LINGUA ANTICA (1584-1986):
-Bibliografie personali (dedicate a personalità che hanno contribuito alla crescita culturale,artistica e sociale
turca :Süleyman Nazif, Ahmet Hikmet Müftüoğlu, Nazım Hikmet

CATALOGHI COLLLETTIVI:
-Cataloghi collettivi di scritti turchi
-Cataloghi collettivi (I e II) di opere in stampa turche

CATALOGHI DEGLI SCRITTI DELLA BIBLIOTECA NAZIONALE:
-Catalogo provvisorio delle opere scritte in arabo corrente della Biblioteca Nazionale
-Catalogo degli scritti periodici arabi acquisiti dalla Bibliotreca Nazionale fino al 1957
-Pubblicazioni straniere stampate fuori dalla Turchia
-Nazım Hikmet in Turchia e nel mondo (Catalogo collettivo curato da Behire Balkan Turco – Inglese, 2002

PUBBLICAZIONI PROFESSIONALI:
-Manuale del bibliotecario
-La donazione per il 50°anniversario delle Biblioteca Nazionale
-La Biblioteca nazionale turca, evoluzione da nazionale ad universale
-Dewey Decimal Classification System (DOS), 20°edizione
-297 schede di classificazione sulla religione e conoscenza islamica
-Guida per le biblioteche della Turchia, 1957  

PARTECIPAZIONE TECA DEL MEDITERRANEO

  •  ANNO 2008
    XI WORKSHOP Bari, 23/24 giugno 2008
    L'organizzazione della conoscenza tra identità e multiculturalità
    Meeting:Patrimonio biblio-documentale e buone prassi di interesse multiculturale
    Intervento:Ilhan Ackcal, Biblioteca Nazionale di Ankara

Ilhan Ackcal, rappresentante della Biblioteca Nazionale di Turchia – Ankara, durante il suo intervento
all'  XI workshop di Teca del Mediterraneo, ha sostenuto che  la rapida evoluzione e l'utilizzo della
tecnologia informatica, in un mondo che cambia, ha una grande influenza nella loro biblioteca come
in altri ambiti e che oggi, i processi informativi, sono in forma elettronica e non piu in forma scritta.
In tal senso la biblioteca che egli rappresenta, ha reso disponibile per gli utenti un catalogo
informatizzato circa vent'anni fa e ad oggi, sono presenti, nel loro catalogo elettronico, quasi 800.000
titoli della loro raccolta. Mirano a trasferire e rendere disponibili, attraverso il catalogo informatizzato,
le immagini originali oltre che le schede bibliografiche manoscritte, di opere rare presenti nella colle-
zione della Biblioteca Nazionale.
Le opere manoscritte, tramandate di generazione in generazione, sono una delle fonti più importanti
del loro patrimonio culturale e il più prezioso tesoro delle loro biblioteche. Queste opere costituiscono
gli elementi fondamentali della loro cultura e della loro storia, ponte tra presente e passato, bene
comune del genere umano. E' stato avviato dal 2004 il progetto di trasferimento delle opere manoscritte
 in formato digitale, al fine di preservare il loro patrimonio culturale e trasmetterlo alle generazioni future
e metterlo a disposizione dei ricercatori nazionali e stranieri attraverso Internet. I manoscritti più antichi
risalgono al X secolo.
La  digitalizzazione avviene nel rispetto degli standard archivistici mondiali, nonché delle fonti originali,
considerato che il mantenimento delle dimensioni originali delle opere è molto importante. 
La forma digitale è più comoda per memorizzare e condividere informazioni, è economica e consente agli
utenti di accedere alle informazioni più velocemente. Anche le mutevoli esigenze degli utenti giustificano
questa scelta. Ad oggi, tutte le opere manoscritte, con i loro tag, sono state trasferite su formato digitale.